Home Iniziative Mostre GIGI VIDRIS. L'avventura artistica di un istriano

GIGI VIDRIS. L'avventura artistica di un istriano

GIGI VIDRIS. L'avventura artistica di un istriano, a cura di Piero Delbello, Athos Pericin, Bruna Pompei (Trieste -1997)

Un grande artista, nato a Pola nel 1897, viene preso in esame e indagato nella sua multiforme attività. Autodidatta, ma con forti influenze monacensi, tipiche dell'area giuliana, i cui artisti facevano delle accademie di Monaco e Vienna una meta indispensabile per la loro formazione, Vidris è lo spirito arguto dell'esodo da Pola. Egli incarna, con le vignette per El spin, tra il 1945 e il 1947, la drammaticità della maggior città istriana che vide oltre il 90% della sua popolazione esodare compatta con l'avvento dei poteri titini e l'annessione alla Jugoslavia. Ma Gigi Vidris, e il catalogo lo dimostra, passò, giovanissimo, da flessuose linee liberty che rieccheggiano il triestino Wostry, ad un disegno del tutto nuovo con un tratto spatolato ed una compattezza di figura che, partendo forse da una influenza cubo-futurista, incarna un novecentismo squisitamente personale, la cui originalità conobbe gli elogi di uno dei migliori critici locali e nazionali: Silvio Benco. Con l'attività di illustratore e vignettista per Candido oltre a portare il dramma dell'esodo all'attenzione di tutta Italia, fu egli stesso consacrato come grande disegnatore nazionale.

Share
Italian - Italy
acquistare viagra generico online dove comprare viagra in italia comprare viagra on line senza ricetta viagra prezzo in farmacia